11/07/2019

LEONARDO DA VINCI, A VISION OF A GENIUS

Con la mostra "Leonardo Da Vinci, a vision of a genius" Montenapoleone District ha celebrato l'eccellenza italiana.

CLICCA SULLA FOTO PER APPROFONDIRE.

Milano


Grande successo per l'installazione a cielo aperto che franchiumbertomarmi ha realizzato in collaborazione con il distretto milanese, che riunisce alcuni tra i più prestigiosi Global Luxury Brand, in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.

Leonardo e Michelangelo non andarono mai particolarmente d'accordo. Il riflessivo e pacato Leonardo non amava l'indole turbolenta ed impulsiva del giovane Michelangelo. In occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci tuttavia i due geni si sono ritrovati in un originale confronto. Il designer Giuseppe Venuta ha riprodotto con il più pregiato marmo bianco di Carrara, lo Statuario, l'Uomo Vitruviano appoggiato ad un totem di corten, ricostruendo con la mediazione del pregiato materiale un ideale dialogo fra i due artisti. L’opera è stata parte dell’originale e imponente allestimento realizzato da franchiumbertomarmi partner di MonteNapoleone District nell’organizzazione dal 10 al 16 giugno, con il patrocinio del Comune di Milano, della mostra “LEONARDO DA VINCI. A VISION OF A GENIUS” che ha reso omaggio all’inventore, artista e scienziato i cui interessi e saperi hanno toccato svariati e numerosi ambiti di conoscenza.

franchi-montenapoleone-03

La mostra open air lungo via Montenapoleone, curata da Giuseppe Barbieri, proponeva dieci disegni tratti dai Codici di Leonardo in pendant con i medesimi personalizzati dall’artista Mirko Baldini, meglio conosciuto come Koro Design. Una selezione delle ricerche più rappresentative di Leonardo proposte al pubblico in una versione pop dall’artigiano dell’immagine specializzato nella personalizzazione di oggetti e capi di abbigliamento per marchi tra i quali Harley Davidson, MV Agusta, Cappellini, Dolce & Gabbana, Diesel, Versace e Philipp Plein.

franchi-montenapoleone-03

Marmo, lusso e genialità nel distretto milanese che rappresenta oltre centocinquanta prestigiosi Global Luxury Brand che si trovano nelle vie Montenapoleone, Verri, Sant’Andrea, Santo Spirito, Gesù, Borgospesso e Bagutta. Una settimana all'insegna della bellezza che nasce dall’eccellenza delle imprese e degli artigiani italiani e che si esprime non solo nella moda, ma anche nel design e che viene valorizzata dall’impiego di materiali pregiati. Come il marmo di Carrara, con cui franchiumbertomarmi ha allestito nelle due teche esposte in via Montenapoleone. Due ambienti, una cucina arredata con il blocco Kitchen Stripes in marmo zebrino e un soggiorno, dove spiccava la chaise longue della linea Bettogli, pezzi iconici delle collezioni Homedesign dell’azienda di Carrara. Un allestimento tematico che, oltre al rilievo in marmo dell’Uomo Vitruviano, forse il disegno di Leonardo più famoso e simbolo del Rinascimento, ha valorizzato anche il modello della Sfera volante, il geniale apparecchio che avrebbe permesso all'uomo, sospinto dalla forza del vento, di librarsi in aria, realizzato con grande maestria da Andrea Martelli dello Studio M. L'installazione delle teche, coordinata da Eugenio Biselli di InterniNow, ha seguito un criterio di massima valorizzazione sia degli arredi in marmo realizzati da franchiumbertomarmi sia delle opere ispirate agli studi di Leonardo.

franchi-montenapoleone-04

“Registriamo con entusiasmo l’apprezzamento dei moltissimi i visitatori che, catturati dalla originalità dell'allestimento, hanno ammirato incuriositi le teche in vetro che invitavano alla scoperta degli arredi in marmo e delle opere ispirate al lavoro leonardesco” ha dichiarato Guglielmo Miani, presidente di MonteNapoleone District. “Un modo nuovo di proporre marmo e design, portandoli sempre più vicini al mondo del lusso, una modalità che franchiumbertomarmi sostiene con convinzione e grande impegno”.

^